info@nonemica.it

I Cartabianca vincono Non è mica 2019!

I Cartabianca vincono Non è mica 2019!

Giovedì 9 maggio si è conclusa a ‘Na Cosetta la 3ª edizione di “Non è mica da questi particolari che si giudica un Cantautore”, il concorso di scrittura di canzoni sucommissione che per 7 giovedì da novembre 2018 è stato ospite di ‘Na Cosetta, bistrot e live club tra i più importanti di Roma. La vittoria è andata ai Cartabianca, duo di fratelli genovesi che hanno conquistato giuria e pubblico con il loro carisma e la capacità di interpretare con originalità le 7 tracce.

Francesco e Fausto Ciapica si sono aggiudicati anche il premio del pubblico e hanno avuto la meglio sul cantautore toscano Luca Guidi, secondo e vincitore del Premio Miglior Canzone. Al terzo posto Lorenzo Lepore.

La Finale di Non è mica ha visto alternarsi tanti ospiti sul palco: i Dogs Love Company, duo abruzzese concorrente della 2° edizione, hanno presentato il nuovo album Scorribanda; Giulia Pratelli, finalista del Premio De André 2018, ha regalato al pubblico “Nodi” e “Un inizio miglior”; Diana Winter, cantautrice e vocalist per il Pop Heart Tour di Giorgia, ha infiammato la sala di ‘Na cosetta con la sua chitarra; Carlo Mercadante ha portato sul palco la sua canzone d’autore ironica e intimista.

Questo l’elenco dei premi:

1° classificato: Cartabianca (ospiti nella Vetrina del disco del Premio Bindi 2019, riceveranno un buono dal liutaio Serracini guitars)

2° classificato: Luca Guidi (ospite alla 25° edizione del Mei di Faenza)

3° classificato: Lorenzo Lepore (concerto al Be’er Sheva di Rieti nella stagione 2019-2020)

Miglior canzone: “Stanotte” di Luca Guidi (sessione di registrazione da Cubo Rosso Recordings)

Premio del pubblico: Cartabianca (concerto a ‘Na cosetta nella stagione 2019-2020)

Ideato nel 2016 dal cantautore Carlo Valente e dall’interprete Eleonora Tosto, “Non è mica”, giocando nel nome con un celebre verso di Francesco De Gregori (“La leva calcistica della classe ’68”), vuole riportare la parola al centro della canzone. Attraverso gli “spunti” di sette autorevoli rappresentanti della poesia e della narrativa italiana contemporanea, i dieci cantautori in gara hanno un mese di tempo per comporre musica e testo di una canzone. Il Concorso cerca di recuperare l’aspetto più artigianale della scrittura, privilegiando la parola come elemento narrativo ed emotivo.

La quarta edizione del Concorso è in fase di preparazione, e conferma per il terzo anno di fila la sua casa: ‘Na cosetta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *